martedì 1 febbraio 2011

Le mamme incinte Se il pancione fa audience (www.istitutoeuropeo.it )

Le mamme incinte Se il pancione fa audience


Il dubbio non è amletico ma affligge una parte del popolo: Belen è incinta? O sì o no, non si può essere quasi incinta, come qualcuno sosterrebbe. Ma la notizia, al di là della sua veridicità, conferma la tendenza: mamma è bello, ovviamente ma se la genitrice è femmina di spettacolo allora l’indice di gradimento, di interesse e di ascolto, lievita, come la panza della medesima. Le vedi su qualunque coperti­na, l’uomo mostra il fisico oleato, la donna accarezza il ventre, la creatura, a sua insaputa, è già in prima pagina e non può richiedere nemmeno un centesimo per la prestazione che, a pensarci bene, è esclusiva, di sua pertinenza.

La Bellucci esibisce la prematernità, la Nannini sceglie la fotografia a tutto tondo per lanciare l’ultima produzione musicale ma il corteo è affollato, basta con gli abiti premaman con svolazzi e merletti, basta con i costumi da bagno con attaccatura ascellare e tessuto tiramolla per nascondere la protuberanza, Demi Moore ruppe le vetrine con la sua bellezza posando come mamma l’aveva fatta ma in dolcissima attesa,roba divent’anni fa ma ancora oggi la copertina di quel Vanity Fair resta da collezionisti; idem come sopra per Claudia Schiffer su Vogue o della modella australiana Miranda Kerr su W Magazine e di un’altra protagonista delle sfilate, Saffron Aldridge su Donna e perché no il premio Oscar Gwyneth Paltrow e la Celine Dion. Ma, di certo, nel repertorio della pancia c’è di più, ha fatto sensazione, e nel Paese suo scandalo, la fotografia di Nada Larguet, marocchina, ex idolo dei bambini per la simpatia con la quale presentava un programma televisivo pomeridiano.

Su Femme du Maroc la Larguet assunse la posa classica, nuda ma di profilo, come la storica Moore, con la mano ad accarezzare il pancione. Venne accusata di pornografia, non si ha notizia di manifestazioni di piazza dalle nostre parti contro il regime marocchino. Visto che ci siamo, citerei il trio delle meraviglie, Cosenza-Bongiorno-Mogherini, onorevoli deputate, tra futuro, libertà e partito democratico, l’unione fa la forza di arrivare in Parlamento, addì quattordici di dicembre scorso, per il voto di «sfiducia» mancato contro il governo. La Giulia Cosenza venne trasportata in ambulanza, la Bongiorno partecipò in sedia a rotelle al voto, l’atto eroico servì più ai fotografi che ai partiti di riferimento. Per fortuna la pancia non è più una vergogna da esibire, finiti i tempi di grandi abbuffate quando si faceva fatica a capire dove fosse finito l’ombelico che aveva smarrito la sua originaria dimensione, tutto attorno si era gonfiato, era cresciuto, guance, collo, pure le palpebre, non vi dico le braccia e il seno, roba da far vivere di rendita Fernando Botero e la sue ispirazioni.

Oggi no, la donna incinta osserva la dieta, si nutre ma non si abbuffa, non sveglia il marito o compagno alle tre di notte, perché le è venuta voglia di fragole o di pesche o di anguria, tutte ri­gorosamente fuori stagione e fuori orario. La futura mamma ha il viso curato come il corpo, va in palestra, fa ginnastica, cura la respirazione, aiuta la creatura a crescere bene, mostra con orgoglio, agli astanti, la panza che cresce, ogni giorno, l’accarezza, non la maschera, le parla, sussurra,l’ascolta avvicinando l’orecchio, si mette in posa per la fotografia ricordo.

Eviterei certi costumi azzardati, visti fuseaux così aderenti da trasfo­rmare una gamba in un insaccato, osservati in spiaggia inquietanti bikini dai quali deborda un corpo che andrebbe protetto. È una conquista? Forse, come per l’uomo che ha deciso di assistere al parto ben sapendo che al momento dello «uèèè» qualcuno dovrà assistere lui medesimo quasi svenuto. Adesso l’evento più atteso,ag­gettivo appropriato, risulta essere il festival della canzone italiana. Sanremo si prepara, laddove i cantanti sono una cornice e i presentatori, invece, il clou. Bisogna vendere il prodotto, la Rai dunque ha deciso di sparare i suoi uomini migliori,per esempio l’astuto Giletti ha lanciato lo scoop alla domenica pomeriggio, giorno di festa e di pettegolezzi: Belen Rodriguez forse avrà un pupo, forse Corona diventerà padre, tutti a Sanremo per scrutare il profilo della guapa argentina. In questo caso particolare nessun problema per il servizio fotografico da copertina: si fa tutto in famiglia, ci pensa papino. E per gli acquirenti si apra pure l’asta.

(Da “Il Giornale” 1 febbraio 2011)

2 commenti:

  1. Trovo che è una cosa bellissima e piena di sentimento queste donne che si fanno fotografare con il pancione.
    Gli scandali son ben altri.

    RispondiElimina
  2. D'accordissimo. Ma un pochina di polemica contro chi pretende di essere l'unica mamma (Gianna Nannini ad es...) o padre (Elton John...) al mondo solo perché gli viene dato tutto spazio che vogliono sui media, mentre a tanti oscuri madri e padri no, forse non guasta...
    Una bella giornata.

    Fabrizio

    RispondiElimina